XII Circolo Didattico "G. Leopardi"

Via Selicato, 1 (FOGGIA)

XXVIII GIORNATA NAZIONALE SULLA LEGALITA’

Gli alunni delle classi V A-B-C-D-E-F insieme agli insegnanti hanno contribuito virtualmente alla realizzazione di un power point per ricordare la giornata sulla Legalità che viene celebrata il 23 Maggio, data in cui si verificò la STRAGE DI CAPACI, dove persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie e gli agenti della scorta.

 

“Riteniamo che l’educazione alla legalità costituisca il principio fondante dell’intera struttura sociale; attraverso le attività idonee, con la formazione e i progetti, si deve mirare a far progredire culturalmente e eticamente i futuri cittadini; onde favorire l’assunzione di responsabilità di ciascuno rispetto alla tutela dei beni di tutti”.

 

 

 

 

22 APRILE – GIORNATA DELLA TERRA CLASSE 2^ D

 

-22 APRILE- La GIORNATA della TERRA classe 2^E

La GIORNATA della TERRA è nata nel 1970 e il 22 aprile 2020 abbiamo celebrato questa ricorrenza esclusivamente online e a distanza a causa dell’emergenza coronavirus.
È un evento che coinvolge quasi tutti i Paesi del Mondo e ha visto coinvolti anche i nostri piccoli studenti che, sensibilizzati ai temi quali il clima, l’ambiente e il riscaldamento globale, hanno prodotto questi disegni. Sono gli alunni della 2^ E.

ELABORATI degli alunni della 2^E per il 22 APRILE “GIORNATA della TERRA”

 

PROGETTO ANTER: Il sole in classe

Per votare cliccare sul link sottostante. Grazie a tutti!

https://greenawards.anteritalia.org/it/progetti/xii-circolo-giacomo-leopardi-classe-4-b-foggia-foggia-disegno/

 

 

-Andrà tutto bene-

Un messaggio di speranza e di positività da parte degli alunni della 2* D con la consapevolezza che, quando sarà finito tutto, potremo tornare ad abbracciarci e a guardare il cielo splendere sopra di noi!

 

PROGETTO  CITTADINANZA ATTIVA “RICICLO CREATIVO” -Classe 2*E

 

PROGETTO CITTADINANZA ATTIVA “RICICLO CREATIVO” -Classe 2*D

PROGETTO CITTADINANZA ATTIVA “RICICLANDIA” -Classe 2*B

L’U.d.A. di cittadinanza attiva “Riciclandia”, svolta dai bambini della
classe 2B è nata dalla volontà di sensibilizzare gli alunni sul tema
della sostenibilità ambientale e dell’ecologia. Le attività partite fin
dal primo quadrimestre attraverso l’ascolto e la visione della storia
“La storia dei pesci d’Acquachiara” e la realizzazione di cartelloni,
disegni, riflessioni; sono proseguite anche in questa seconda parte
dell’anno scolastico attraverso la didattica a distanza.
I bambini, guidati dalle indicazioni delle insegnanti e dalla fattiva
collaborazione dei genitori, a cui va il più sentito ringraziamento,
hanno continuato questo percorso attraverso la visione e la lettura
del testo “Il mago Riciclone”, apprendendo l’importanza della
raccolta differenziata e l’attivazione di comportamenti corretti nella
salvaguardia del nostro ambiente. La messa in campo di creatività,
idealizzazione, progettazione e di realizzazione di personaggi, scene
e oggetti del racconto utilizzando materiale di riciclo, da parte di
ogni bambino, hanno evidenziato l’acquisizione di competenze
civiche legate al rispetto per l’ambiente attraverso la raccolta
differenziata.

 

PROGETTO CITTADINANZA ATTIVA -Classe 2*C

Storia mostriciattolo virus

DISEGNI DEL MOSTRICIATTOLO

 

PROGETTO CITTADINANZA ATTIVA “RICICLANDIA”Classe 2* C

 

PROGETTO CITTADINANZA ATTIVA-Classe 2*A

Il progetto “Riciclandia”, svolto dagli alunni della classe 2A, ha avuto come obiettivo principale la sensibilizzazione sul tema della salvaguardia dell’ambiente. Particolare riguardo è stato dedicato alle abitudini quotidiane legate alla produzione e al riciclaggio dei rifiuti, per favorire azioni e scelte compatibili. Gli alunni hanno realizzato lapbook sul tema dell’ambiente e la storia del “Mago Riciclone” con materiale da riciclo. Hanno prodotto piccoli capolavori, anche grazie alla collaborazione dei genitori che hanno aiutato i loro figli a svolgere questo compito in questo momento molto delicato e particolare.

“RICICLANDIA” Classe 2*A

 

FESTA DEL PAPÁ 2020

Anche in un momento come questo i bambini della Leopardi si sono impegnati realizzando biglietti e scrivendo pensieri per la festa del papà. La nostra comunità scolastica continua il suo cammino di apprendimento….nella speranza di ritornare presto alla quotidiana normalità.

LA SCUOLA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS, CE LA RACCONTANO I BAMBINI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

I piccoli alunni, dalla loro casa, ci trasmettono un’ondata di fiducia e di speranza affinché l’emergenza possa finire presto. I loro arcobaleni con la scritta “ANDRÀ TUTTO BENE”, strappano un sorriso alla Dirigente del nostro Istituto e a noi insegnanti in un momento così difficile per tutti.

INSIEME CE LA FAREMO E FINALMENTE TORNEREMO NELLA NOSTRA SCUOLA PER RIABBRACCIARCI FELICI!
GRAZIE A TUTTI I BAMBINI!

 

LEOPARDI SEMPRE IN MOVIMENTO

CRESCERE SENZA CONFINI

“Progetto continuità”

Oggi nella nostra scuola gli alunni della Scuola Primaria hanno incontrato i “piccoli” dell’ Infanzia  per il progetto “Continuità -Maestri per un giorno”. I più grandi hanno proposto una lezione sugli animali della fattoria: prima con canti ed indovinelli poi insieme hanno ideato e realizzato un libretto pop-up. L’esperienza è stata per tutti i protagonisti un momento di condivisione e crescita, dimostrando il grande lavoro di squadra messo in campo dalla Dirigente e da tutte le insegnanti .

SHOAH 2020
La realtà e la coscienza che ricerca la verità.

Molti Stati hanno istituito un “giorno della memoria“. L’Italia, con la legge del 20 luglio 2000, n. 211, l’ha fissato al 27 gennaio, data in cui, nel 1945, fu liberato il campo di sterminio di Auschwitz . Shoah è un termine ebraico che significa catastrofe, distruzione totale, sterminio, annientamento. Il periodo cui ci si riferisce generalmente è quello che va dal 30 gennaio 1933, quando Hitler salì al potere diventando Cancelliere della Germania, fino alla fine della guerra in Europa, l’8 maggio1945. Tra le numerose testimonianze  emerge la storia di Edith Stein, una professoressa molto speciale, che i nazisti avevano espulso dall’università perché donna e soprattutto ebrea, quindi, non idonea all’insegnamento. Il merito di questa eminente pensatrice è di aver proposto una visione antropologica che diventi fondamento per l’attività pedagogico-educativa. Illuminante è il suo pensiero, tuttora vivo e pregnante di vitalità. Esso offre all’intera umanità una ricchezza culturale e morale che sconfessa le assurdità del nazismo.

A tal riguardo non presumo di offrire un pensiero originale, ma collegarmi alla speculazione della grande pensatrice tedesca: Edith Stein, di origine ebraica e che si dichiarava atea (Breslavia 12 ottobre 1891 – Auschwitz 9 agosto 1942). Nell’estate del 1921 si converte al cattolicesimo e il l° gennaio dell’anno successivo riceve il battesimo. Insegna a Spira (1923-1931) e poi a Münster all’Istituto Tedesco di Pedagogia Scientifica. Il 14 ottobre 1933, realizza la sua vocazione entrando nel Carmelo di Colonia. Il 2 agosto del 1942 fu prelevata dalla polizia segreta del Terzo Reich dal Convento carmelitano di Echt,  in Olanda, dove era stata trasferita il 31 dicembre del 1938, in seguito alle persecuzioni razziali. Condotta nel campo di raccolta di Westerbork, presso Hooghalen, fu poi trasferita ad Auschwitz, dove, una settimana più tardi, troverà la morte, insieme alla sorella Rosa, in una camera a gas. Giovanni Paolo II, nel 1998, l’ha proclamata santa e l’anno successivo la dichiarò patrona d’ Europa.

Riflessione sociale e morale sulla presenza di DIO

 Ad Auschwitz, in particolare, Dio è salito sulla Croce dell’infamia e della morte con Edith Stein. Sul volto di questa donna c’è stato il riflesso del volto sofferente e morente di Cristo. In lei Dio si è reso presente visibilmente a quanti l’hanno cercato nel tempo dello smarrimento, del dolore e della sofferenza. Ora, attraverso lei, l’essere umano può fare ancora esperienza di Dio. Un Dio invisibile, ma molto presente, poiché nella sofferenza il soggetto umano esterna ogni immaginabile invocazione di aiuto. La testimonianza di Edith Stein, sul mistero di Dio, è la risposta all’ateismo di tutti i tempi che valorizza la terribile presenza del male nel mondo. Ella è una vera intellettuale che dà valore alla vita dell’essere umano e superando la considerazione storica del suo tempo consente, mediante la sofferenza espiatrice, alla redenzione dell’umanità. Sono, soprattutto, le voci di tanti esseri umani che gridano il nome di Dio nella speranza di non dimenticare il male commesso dai carnefici e lo strazio delle vittime. Si cerca di dare un volto e un’idea all’essere umano di questo tempo e si desidera capire quanto è accaduto nel corso dell’ultimo conflitto mondiale. Ancora oggi esistono realtà nefaste sul dolore umano, come accade alle vittime dei trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo. Qui si fa esperienza di un Dio, anch’Egli sofferente e morente, che va incontro a un essere umano, così mal ridotto, offeso nella sua dignità, distrutto nell’anima e nel corpo e si prende cura di lui, riattivando l’antico dialogo che sembrava interrotto. La parabola del buon samaritano ritrae in modo essenziale, il modello di comportamento di Dio verso gli esseri umani e nello stesso tempo essi lo attendono da Lui.

Conclusione
Una cosa che si dovrebbe fare, a chiusura di questa riflessione, è diventare critici sui modi di pensare noi stessi e insisto con un esempio: ogni filo di vita umana è intessuto e costituito all’interno di altri fili, organizzato su varie tonalità, profumato da svariati odori. Tutti ci sono proposti con il volto dell’uno e del singolare, ma rivelano un organismo pluralistico. Qualunque segno per quanto unito agli altri in una continuità nel tempo e nello spazio, è altresì separato e distinto, come i petali di una corolla, per cui la bellezza si pone nel legame, nel saper andare oltre il particolare che appare.
                                                                  Alfredo Nazareno d’Ecclesia
P.S. Invitiamo gli amici della nostra comunità scolastica a visionare il seguente link in inglese:
http://www.yad-vashem.org.il/
Sito dell’omonimo museo di Gerusalemme dedicato alle vittime della Shoah (le parole ebraiche Yad Vashem
significano “Segno ” e “ Nome”). Le pagine web ospitano un’enorme quantità di risorse, come, per esempio una dettagliatissima cronologia dell’Olocausto nell’area About the Holocaust.

Iniziative di solidarietà

Ormai da diversi anni, il XII Circolo “G. Leopardi” di Foggia organizza a Natale il mercatino della solidarietà. L’evento è stato promosso da tutti gli alunni della Scuola dell’Infanzia e Primaria. Una parte dei fondi raccolti saranno devoluti in opere di beneficenza; in modo particolare la nostra scuola ha adottato a distanza un bambino orfano, il suo nome è Alexis del EL SALVADOR- America Centrale. L’insegnante Alfredo Nazareno D’Ecclesia, a Natale, si è recato nel paese centro-americano per condividere con gli amici del luogo l’evento cardine del Cristianesimo ed ha potuto conoscere personalmente il bambino. La scuola “G. Leopardi” ringrazia le suore missionarie Carmelitane che da anni operano per lo sviluppo sociale e culturale del paese Latino-americano- San Antonio del Monte, dipartimento di Sonsonate, El Salvador- America Centrale.

 

 

“A SCUOLA DI RITMO”

Presso la palestra del nostro Istituto è stato avviato il progetto “A SCUOLA DI RITMO” in collaborazione con l’associazione sportiva A.S.D. CUEVAS di Foggia.

 

PROGETTO: Lottando-si-Impara

 

“Foggia libera Foggia”

Venerdì 10 gennaio 2020, insegnanti, personale A.T.A., genitori e alunni del XII Circolo didattico “G. Leopardi” hanno partecipato alla manifestazione, contro la violenza criminale delle mafie, “Foggia libera Foggia” .

Noi aderiamo a “Foggia libera Foggia” ogni giorno, con il rispetto delle “regole” della comunità a cui apparteniamo.

FESTEGGIAMO IL NATALE … “IN CONTINUITÀ”

Giovedì 19 dicembre 2019, presso l’Auditorium della scuola secondaria di primo grado “Nicola Zingarelli” di Foggia, gli alunni delle classi V della scuola primaria “Giacomo Leopardi” si sono esibiti in un coro polifonico di tipici canti natalizi in lingua inglese. Una grandiosa ed emozionante serata!

“STOP AL BULLISMO”

Il 28 novembre 2019 le classi V del nostro Istituto scolastico hanno incontrato il Giudice Massimo Lucianetti e la Dott.ssa De Sario per discutere e sensibilizzare le giovani generazioni sulle tematiche del Bullismo e Cyberbullismo.

“LA FESTA DELL’ALBERO”
Anche quest’anno gli alunni delle classi I della scuola Primaria e gli alunni della scuola dell’Infanzia del nostro Istituto hanno partecipato alla “FESTA DELL’ALBERO”, un’iniziativa promossa da Legambiente tenutasi il 26 novembre 2019. I bambini, con canti e poesie, hanno dato vita ad un gioioso evento, volto ad infondere nelle giovani generazioni il rispetto e l’amore per la natura e per la difesa degli alberi, che si è concluso con la messa a dimora di alcune piantine nel giardino della scuola.

“UN GOAL DI CLASSE”

Presso la palestra del nostro Istituto è stato avviato il progetto “UN GOAL DI CLASSE” in collaborazione con l’associazione sportiva A.S.D. Punto di Foggia.

CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

Il 25 novembre 2019, Luigi Orsogno, assessore all’Ambiente del Consiglio comunale dei ragazzi, ha esposto presso la sede consiliare, insieme agli altri assessori junior, il suo programma; ad assistere all’evento c’erano, oltre alle insegnanti di classe, i suoi compagni della V F del nostro istituto scolastico.

GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA

Il 20 novembre , “Giornata mondiale dell’Infanzia”, un alunno del nostro Istituto scolastico, Luigi Orsogno, frequentante la classe V F, assessore all’Ambiente e al verde del Consiglio comunale dei ragazzi, e una delegazione del C.c.r. hanno partecipato all’iniziativa “Go Blue day” promossa dall’UNICEF e alla “Marcia dei diritti dei bambini” come segno e testimonianza di impegno vivo e fattivo per una “Cittadinanza attiva”.

PROGETTO ANTER “IL SOLE IN CLASSE”

La classe IV B del nostro Istituto scolastico, in collaborazione con l’associazione ANTER, ha aderito al progetto “Il sole in classe” per sensibilizzare alla salvaguardia del nostro Pianeta.

“LOTTANDO SI IMPARA”

Presso la palestra del nostro Istituto è stato avviato il progetto “LOTTANDO SI IMPARA”, in collaborazione con l’associazione sportiva “A.S.D. Evolution Artagon” di Foggia, per lo sviluppo dell’intelligenza motoria integrato con le Indicazioni Nazionali per il Curricolo-MIUR

“NOI DICIAMO NO AL BULLISMO”

Il nostro Istituto, giovedì 24 Ottobre 2019, ha ospitato la dott.ssa A. De Sario, responsabile dell’Ufficio dei minori della Polizia di Stato, per un incontro con gli alunni delle classi IV per sensibilizzare e riflettere sulle problematiche legate al bullismo e cyberbullismo.

SHOAH 2019

L’INFINITO .pdf

L’INFINITO .ppt